• Torre dell'orologio Racale
  • Fontana della piazza
  • Torre Suda - Foto I. Simeone
  • Torre Suda, marina di Racale
  • Tramonto Torre Suda, marina di Racale
  • Portale di una casa antica a Racale
  • Centro storico di Racale
  • Torre dell'orologio Racale
  • Fontana della piazza
  • Torre Suda - Foto I. Simeone
  • Torre Suda, marina di Racale
  • Tramonto Torre Suda, marina di Racale
  • Portale di una casa antica a Racale
  • Centro storico di Racale
Condividi su:

Informazioni su Storia e Cultura del comune di Racale

Attività commerciali Racale
Eventi Racale

Popolazione: 10696 ab
Superficie: 24 Kmq
Densità: 445 ab/Kmq

Accessibilità: Il centro urbano di Racale dista 50 Km circa da Lecce, il capoluogo salentino e si può raggiungere dalla SS. 101 Salentina in direzione Gallipoli.

indirizzo del comune di Racale, Lecce: Via Fiumi Marina
Tel.: 0833 - 551151

Racale è un cittadina del Salento jonico nei dintorni di Casarano e Ugento.

La sua origine secondo alcuni sembra essere romana, infatti da alcuni documenti si evince che il fondatore di questo piccolo villaggio fu Eraclio, liberto di Cesare Augusto, che avrebbe fondato il paese dandogli il nome e lo stemma, quasi uguale a quello di Roma.

Secondo altri invece, il nome di Racale è da attribuirsi alla tradizione greco-salentina, secondo cui il paese sarebbe sorto nel luogo che un tempo era dedicato al culto in onore di Ercole, eroe della mitologia greca (Eracle).

Dopo varie invasioni, assedi e ruberie, il paese di Racale cominciò a rifiorire sotto il dominio dei Normanni e cominciò a prendere forma una piccola città a pianta quadrangolare, chiusa da due porte arcuate.

Nel corso dei secoli Racale subì anche la violenza della natura; un tremendo terremoto infatti distrusse la chiesa parrocchiale che fu poi ricostruita nel 1756.

Nel 1761 il paese di Racale restaurò l'antica torre costruita nel 1128, si ripristinò l'orologio pubblico e si consacrò la campana fusa nel 1085 dal maestro Francesco Roseto di Gallipoli.

Il territorio di Racale, abitato sin dalle epoche più antiche della storia, conserva ancora oggi monumenti che risalgono  alla civiltà messapica, fiorita ben prima dell'arrivo dei Greci e dei Romani.

Si tratta di una "Specchia" situata su un punto più alto della collina degli "Specchi"  è costituita da un enorme cumulo di struttura semiconica di pietre informi e di un "Dolmen"  conosciuto con il nome di "Ospina" dal luogo dove sorge una torre fortificata del XVI secolo.

Altre fedeli testimonianze delle vicende della città sono le numerose chiese:
la Chiesa Matrice dedicata a San Giorgio (anticamente S.M. del Paradiso)
è il monumento più importante di Racale, unitamente all'adiacente Torre campanaria cinquecentesca.

Altre Chiese di importanza storica e monumenti da visitare a Racale sono:

  • Santa Maria La Nova del XI secolo (oggi dedicata a Sant'Antonio da Padova)
  • la chiesetta di San Nicola Pellegrino
  • la chiesa della Madonna dei Fiumi
  • la Chiesa dell'Immacolata dove ha sede l'omonima confraternita.

Tra i monumenti che adornano la città di Racale nel Salento,
oltre le chiese, si annovera il Palazzo Ducale dei Basurto con due torrioni del XVI secolo, simbolo del dominio feudale esercitato per lunghi secoli dai signori avvicendatisi  alla guida della città.

A pochissimi chilometri da Racale si trova Torre Suda
bellissima località estiva, meta di numerosissimi turisti durante il periodo estivo.

Mentre per la cena potete assaporare le prelibatezze del ristorante L'acchiatura, un luogo romantico ed ideale per passare una piacevole serata.

Fonte: www.comune.racale.le.it



-

Lascia un commento


Mappa per raggiungere Racale